Chiesa di nostra signoria del sacro cuore

UBICAZIONE CHIESA DI NOSTRA SIGNORIA DEL SACRO CUORE

  • Piazzale Santa Margherita (Igea Marina).

TIPOLOGIA E QUALIFICAZIONE

  • Chiese parrocchiale.

NOTIZIE STORICHE

1946-1961 (costruzione intero bene).

Prima del 1946 il parroco di Bordonchio fece costruire, al di là della strada tra la chiesa e il porto di Bellaria, una piccola cappella per il servizio religioso, ancora visitabile tutt’oggi.

Nel 1948 si volle fare di questa cappella una chiesa autonoma, ma l’impresa non fu facile, infatti la chiesa era troppo piccola rispetto alla quantità di fedeli, e la canonica non era del tutto adatta per essere abitata dal parroco.
Il parroco riuscì comunque a ingrandire la chiesa e a comprare un ampio salone per le attività parrocchiali.

La chiesa di nostra signoria fu canonicamente eretta con il decreto di Monsignor Biancheri e riconosciuta la sua personalità giuridica solo nel 1961.

DESCRIZIONE

Chiesa di nostra signoria

La chiesa è composta da una navata centrale, due navatelle ed un abside semicircolare con tetto a due spioventi sul corpo centrale e piano sulle due navatelle centrali.

Il fronte è parzialmente intonacato mentre nella porzione superiore è in mattoni con faccia a vista.
La facciata è preceduta da un portico a cinque arcate ribassate, sotto il quale si aprono tre varchi di cui il più grande è quello centrale.

Al di sopra del tetto del portico si aprono due serie di trifore e più in alto di queste, in asse centrale, una vetrata centrale a mò di rosone.

Lateralmente sono presenti una teoria di monofore che illuminano la navata centrale.

Internamente le tre navate sono divise da colonne cilindriche e l’area presbiteriale è rialzata di tre gradini sul piano della navata.

Il soffitto è voltato a botte nella navata centrale, piano in quelle laterali e le pareti interne sono intonacate e tinteggiate.


Torna alla pagina precedente o visita la nostra Pagina Facebook