Fiera di Santa Apollonia

Fiera di Santa Apollonia – Apollonia di Alessandria vergine e martire cristiana è venerata come santa dalla Chiesa cattolica e da quella ortodossa.

Fiera di Santa Apollonia

La tradizione vuole che gli furono cavati i denti di bocca e per questo viene considerata patrona di dentisti, odontotecnici e igenisti dentali e viene invocata dai fedeli che soffrono di malattie ai denti per alleviarne la sofferenza.

La memoria liturgica viene festeggiata il 9 Febbraio e le sue effigi si trovano nelle chiese di S. Margherita di Bellaria monte e del Sacro cuore di Bellaria.

Fiera di Santa Apollonia

La storia del martirio di Apollonia ci è giunta tramite il racconto di Eusebio di Cesarea (265-340), il quale riporta un brano della lettera del vescovo Dionigi di Alessandria, in cui si narrano gli avvenimenti dei quali era stato testimone.

Tra il 248 e il 249 in Alessandria d’Egitto scoppiò una sommossa popolare contro i cristiani, incitata da un indovino pagano.

Apollonia, una anziana donna cristiana non sposata che aveva aiutato i cristiani e fatto opera di apostolato, venne catturata tra gli altri e venne percossa al punto di farle cadere i denti.

Secondo la tradizione popolare le furono divelti i denti con le tenaglie e in seguito venne preparato un rogo per bruciarla viva se non avesse pronunciato delle bestemmie.

Riuscita a liberarsi con una astuzia dalle mani della plebe, si lanciò da sè tra le fiamme, dove morì, ritenendo senza dubbio che il suicidio, non rappresentasse una colpa in quella situazione, temendo che le venisse violata la castità con lo stupro o che ulteriori torture prima del rogo le avrebbero fatto vacillare la fede.

Il corpo della martire, secondo alcuni racconti, sarebbe stato ridotto in cenere e la sua morte è fatta risalire tra il 249 e il 331.

Il 9 Febbraio si festeggia la Patrona di Bellaria Igea-Marina con la Fiera di Santa Apollonia i cui festeggiamenti in genere si prolungano per una settimana.

All’inizio del secolo l’evento che caratterizzava la sua festa patronale era un grande veglione a cui conveniva tutta la gioventù della zona; un motto popolare diceva: “Chi vuol vedere le belle di Bellaria, venga alla fiera di Santa Apollonia portando la bourga (il pizzo della sottogonna)”.

Ora la fiera con le sue luci e i suoi colori presenta un’ampia area espositiva che si estende su tutta l’Isola dei Platani (viale pedonale principale in centro Bellaria) e strade limitrofe.

Numerosi gli appuntamenti in caledario quali: mercatini, esposizine, osterie e punti gastronomici dove potersi deliziare con i piatti della migliore tradizione romagnola come la famosa piadina, il tradizionale luna park in piazza del Popolo, musica, spettacoli e tanto divertimento per scaldare le fredde giornate invernali.


Torna alla pagina precedente o visita la nostra Pagina Facebook