Le origini di Gemmano

Le origini di Gemmano vanno riportate al periodo successivo alla caduta dell’impero romano, quando, a causa delle devastanti invasioni barbariche, le popolazioni locali furono costrette ad abbandonare le vallate circostanti e a rifugiarsi nelle zone più elevate, dotandole di fortificazioni.

Per quanto riguarda le origini del nome di Gemmano, la tradizione popolare riporta a una gemma donata alla sposa di uno dei Malatesta (Gemmano – Gemma in mano), signori riminesi che conservarono a lungo il possesso del territorio, viene da alcuni fatto derivare dal latino GEMMANUS, a sua volta derivante da GEMMULA, ‘virgulto’, in riferimento all’antica economia prettamente agricola del luogo, e da altri da FUNDUS GEMINIANUS, che si richiama all’esistenza di un terreno di proprietà della GENS GEMINIA.

Possedimento della chiesa ravennate fino alla prima metà del XIII secolo, quando passò sotto la giurisdizione del comune di Rimini, intorno alla metà del Trecento tornò nelle mani della chiesa, venendo però poco dopo assoggettata alla signoria dei Malatesta, che vi governarono fino al declino della loro casata, fatta eccezione per una nuova ma breve parentesi pontificia.

Dopo essere stata conquistata dai veneziani agli inizi del XVI secolo, nel 1518 tornò definitivamente a dipendere da Rimini. Grande è stato il coinvolgimento nei conflitti mondiali e soprattutto nel secondo: fu completamente distrutta nel settembre 1944 durante le battaglie che portarono allo sfondamento della cosiddetta Linea Gotica tedesca da parte degli alleati. 


Torna alla Pagina Precedente o visita la nostra Pagina Facebook