Maiolo Dati Principali:

  • Popolazione – 810
  • Superficie – 24.28 Km2
  • Densità – 33 Abitanti/Km2
  • Altitudine – 590 m.s.l.m.

Maiolo (Maiul in dialetto locale) è un comune italiano di 824 abitanti, della provincia di Rimini in Emilia-Romagna. Il municipio si trova oggi in località Serra, identificata col nome del comune dai segnali stradali di delimitazione dell’abitato, per cui Maiolo non è un comune italiano sparso.

L’attuale posizione di Maiolo si deve a due spostamenti del nucleo comunale. Il primo nucleo di Maiolum (dal latino, grandicello, forse rispetto al vicino a San Leo) era stato stabilito in cima all’attuale Rocca di Maiolo. La sua esistenza è testimoniata da documenti già nel 962, verso l’XI secolo appartenne alla Chiesa che ne infeudò il monastero di San Donato di Pubbiano di Gubbio, il quale nel 1308 la diede in enfiteusi alla nobile casata dei Faggiolani di Casteldelci, ma più volte fu contesa fino a giungere nelle mani dei Montefeltro d’Urbino. In epoca medievale la città assunse notevole importanza commerciale e politica. Il Comune di Maiolo ed il suo Sindaco, Homodeus de Giungis, figurano quali primi firmatari per la parte guelfa, immediatamente dopo il vescovo di Urbino, nella pace tra quest’ultimo ed i conti del Montefeltro siglata presso il monastero di Sant’Igne il 17 maggio 1300 (documento conservato presso l’Archivio di Stato della Repubblica di San Marino).

Tra il 29 e 30 maggio 1700, il paese venne distrutto da una gigantesca frana, alimentata da un diluvio durato quasi 48 ore, che cancellò quasi completamente il borgo fortificato. La stessa interessò la parte superiore e inferiore del monte con crollo di massi e smottamenti.La leggenda attribuisce il tragico evento alla punizione divina causata dagli orgiastici “balli angelici” che vi si tenevano in tempo di quaresima.

Si narra che il paese fosse stato inizialmente distrutto da un fulmine, ma in realtà tale diceria risulta infondata poiché è una travisazione del fatto documentato che un fulmine nel 1647 (ovvero 53 anni prima della sciagura) mandò per aria la polveriera distruggendo parte della muraglia posta sulla strada che conduceva al forte.[5][6]

Nell’Italia unita il comune di Maiolo è appartenuto alle Marche (provincia di Pesaro e Urbino) fino al 15 agosto 2009, quando ne è stato distaccato congiuntamente ad altri sei comuni dell’Alta Valmarecchia in attuazione dell’esito di un referendum svolto il 17 e 18 dicembre 2006. Contro la variazione territoriale le Marche hanno proposto ricorso alla Corte costituzionale, ma questa lo ha ritenuto infondato.

Le frazioni di Maiolo sono Ca’ Bertello, Ca’ Migliore, Campolungo, Ca’ Tomei, Santa Maria, Sant’Apollinare, Maioletto

Cod. postale47862
Prefisso0541
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT099022
Cod. catastaleE838
TargaRN
Cl. sismicaZona 2 (sismicità media)
Cl. climaticaZona E, 2 549 GG
Nome abitantiMaiolesi
PatronoSan Biagio
Giorno festivo3 Febbraio

Torna alla Home Page o visita la nostra Pagina Facebook