San Leo Dati Principali:

  • Popolazione -2.902
  • Superficie – 53.14 km2
  • Densità – 55 Abitanti/Km2
  • Altitudine -589 m.s.l.m.

San Leo (San Lé in romagnolo) è un comune italiano di 2 887 abitanti della provincia di Rimini, in Emilia-Romagna.

Il toponimo latino del luogo, Mons Feretri, viene fatto derivare secondo alcuni studiosi, da un tempio dedicato a Giove Feretrio, mentre altri ipotizzano una origine umbra a testimonianza che il masso era già frequentato in epoca preromana.

Procopio di Cesarea nella cronaca della Guerra Gotica del VI secolo, indica l’abitato di San Leo come castrum Monteferetron.

Del periodo romano rimangono sporadici reperti, riutilizzati nelle costruzioni medievali e che non danno l’idea di quale fosse la dimensione e la tipologia dell’antico insediamento.

Molti storici lo identificano come un antico centro sacro fin dalle origini, anche grazie alla sua particolare conformazione morfologica.

A partire dal IX-X secolo l’abitato acquisisce il nome dall’eremita Leo (proclamato poi santo), un dalmata compagno di san Marino, mentre il toponimo rimane alla diocesi di Montefeltro (sec. IX), da allora utilizzato per indicare tutto il territorio sotto la giurisdizione del vescovo. Da allora, San Leo è stata a lungo capitale storica della “regione” del Montefeltro.

Nel primitivo abitato altomedioevale, tra il 961 e il 963, fu stretto in assedio Berengario II, ultimo re del regno Longobardo d’Italia da Ottone I di Sassonia. Il centro fu dominio dei conti di Montecopiolo, dei Da Montefeltro (dall’antico nome di San Leo), dei Malatesta, dei Medici, conteso con i Della Rovere, fino al passaggio sotto lo stato pontificio nel 1631.

Fu luogo di passaggio di San Francesco nel 1213, di Dante nel 1306, prigione di Felice Orsini e di Cagliostro.

Nell’Italia unita il comune di San Leo è appartenuto alle Marche (provincia di Pesaro e Urbino) fino al 15 agosto 2009, quando ne è stato distaccato congiuntamente ad altri sei comuni dell’Alta Valmarecchia in attuazione dell’esito di un referendum svolto il 17 e 18 dicembre 2006. Contro la variazione territoriale la Regione Marche ha proposto ricorso alla Corte costituzionale, ma questa lo ha ritenuto infondato..

Le frazioni di San Leo sono Pietracuta, Monte Maggio.

Cod. postale47865
Prefisso0541
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT099025
Cod. catastaleH949
TargaRN
Cl. sismicaZona 2 (sismicità media)
Nome abitantiLeontini
PatronoSan Leone
Giorno festivo1º Agosto

Torna alla Home Page o visita la nostra Pagina Facebook