Storia di Cattolica

Storia di Cattolica – Dal 1200 al 1900

Oggi Cattolica è un centro balneare con la spiaggia riparata ai fianchi di una verde collina con ottime strutture ricettive, dotata di un porto tra i più importanti dell’Adriatico per la pesca. Nella storia di Cattolica, negli anni Novanta, è stata completata una serie di imponenti interventi di riqualificazione urbana con costruzione di parcheggi sotterranei, di una stupenda piazza giardino con fontane danzanti, di isole pedonali , di un teatro moderno e prestigioso, di una piazza con fontana che valorizza il Palazzo del comune (del 1914),  ristrutturazione del mercato coperto con annessa piazza e di una piscina sportiva al coperto. Cattolica è il lido più a sud della riviera romagnola e  i suoi tre chilometri di spiaggia sono gli ultimi prima di entrare nelle Marche. Adagiata in un’insenatura difesa dal promontorio di Gabicce, Cattolica ha alle sue spalle l’imponente castello di Gradara, una posizione davvero invidiabile. Angoli suggestivi, viali ombreggiati, negozi raffinati, una proposta culturale originale e l’importante porto peschereccio e turistico sono solo alcune delle peculiarità della città.

Storia di Cattolica

La prima documentazione storica relativa a Cattolica, riferita ad un nucleo abitativo vero e proprio,risale al 1271. Infatti, documenti storici attestano che questa “Terra” non ebbe origine prima della suddetta data che coincide con i dissidi fra la Chiesa di Ravenna ed il Comune di Pesaro. A quel tempo, gli uomini del promontorio di Focara, cioè Granarola, Castel di Mezzo, dipendenti nel temporale dalla Chiesa di Ravenna, chiesero protezione al Comune di Rimini ottenendo alcuni terreni per fabbricarvi una “Terra” castrum della “Cattolica”.Da allora Cattolica divenne oggetto di dispute continue fra la già citata Rimini, lo stato di San Pietro, la Chiesa di Ravenna e i Signori Malatesta, che riuscirono a mantenere il controllo sulla città almeno sino al 1504.Altre qualificate fonti affermano che il toponimo “Cattolica” deriva dal nome di un corso d’acqua, il rivus Catholice.
 
Nella storia di Cattolica, con la proclamazione del Regno Italico (1805) il Comune di San Giovanni in Marignano, con Cattolica e Misano, entrò a far parte del Dipartimento del Rubicone, Distretto di Rimini, Cantone di Saludecio. Nel 1810 il Cantone di Saludecio venne unito al Dipartimento del Metauro e San Giovanni in Marignano perdeva Misano pur mantenendo alle sue dipendenze Cattolica.Dal 1818 al 1859, Cattolica ha una parziale autonomia amministrativa essendo Comune appodiato a San Giovanni con un proprio Sindaco.

Storia di Cattolica

Solo dopo decenni di polemiche, accese per questioni fiscali, Cattolica ottenne l’autonomia comunale (1895), costituendosi come Comune (1896).Il primo sindaco “per acclamazione” fu Robusto Mori (febbraio 1896), allievo del prof Bufalini docente dell’ateneo bolognese, rimasto in carica per pochi mesi. Diede le dimissioni per dissidi con la giunta relativamente alla Torre Saladini (ora Rocca Verni, di fronte alla vecchia Chiesa di S. Apollinare); successivamente Angelo Verni (1896), ricordato per aver bonificato i terreni sabbiosi in Misano derivando l’acqua melmosa del Fiume Conca durante le piene; in seguito il Sindaco Balducci Attilio (1902) per arrivare al socialista Cino Mancini (1907), primo sindaco eletto.

Storia di Cattolica

Dopo la morte di Mancini avvenuta prematuramente (1912) i cattolichini, rimasti scossi dalla perdita del loro sindaco, non eleggono nessun successore per un anno intero fino poi convincere il padre del sindaco morto, Prof. Luigi Mancini.Si susseguirono altri sindaci eletti fino all’avvento del fascismo (che soppresse i consigli comunali) dopo di che l’Amministrazione venne retta da vari Podestà, nominati dal Prefetto, fino alla Liberazione avvenuta il 2 settembre 1944.Dopo tale data, il Comando Militare Alleato (VIII Armata Britannica) nominò i seguenti Sindaci:Anno 1944:- Giuseppe Ricci (dal 7 settembre)- Gino Morbiducci (dal 22 settembre)Anno 1945: Angelo Salmaso- Andrea Francolini. Il 6 ottobre 1946, si tennero le prime libere elezioni. Il primo sindaco eletto fu Giuseppe Ricci a cui seguirono:1951 – Guerrino Renzi; 1956 – Primo Bartoli; 1960 – Ottavio Lazzari; 1965 – Mario Castelvetro; 1970 – Sergio Grossi; 1985 – Franco Mazzocchi; 1990 – Gian Franco Micucci;1995 – Gian Franco Micucci; 1999 – Gian Franco Micucci.
Seguirono poi i sindaci Pietro Pazzaglini (2004/2009) e Marco Tamanti (2009/2010), il commissario prefettizio Nazzareno De Franco (2010/2011) e l’attuale sindaco, in carica dal 2011, Piero Cecchini.


Torna alla pagina precedente o visita la nostra Pagina Facebook